Irene Di Natale Logo
Contattami
creatività

C di CreativitÀ: incontriamo Stefano passarella @ridiamocilavita

Stefano Passarella è il professionista che nel mese di febbraio ha adottato la C di CREATIVITÀ e te lo presento con grandissimo orgoglio perché lui è la dimostrazione di quanto un elemento così bello e spensierato della nostra vita possa anche essere trattato con la massima serietà… senza smettere di divertirsi!

Stefano ha un sito ricco di spunti e la sua presenza sui social network è costante (lui e i suoi incontri a base di risate sono appena approdati perfino su Clubhouse!) e splendidamente coerente con la sua personalità. Oggi lo conosciamo meglio per prepararci alla diretta Instagram che condurremo insieme domenica 28 sul mio profilo.

– Ciao Stefano, e benvenuto! Chi sei, cosa fai e perché lo fai? Presentati a ruota libera!

Sono un Giocoach, ovvero accompagno le persone a riscoprire la propria energia creativa, la propria leggerezza attraverso la risata incondizionata, il gioco, la creatività e l’espressività consapevole. Nel mio lavoro aiuto a connettersi a sé e agli altri tramite la RiCreazione!

– Nella tua vita com’è scattata la scintilla con il gioco?
Credo di non aver mai perso il gioco da quando sono bambino e giocavo con i tappi delle Bic, i Lego e le biglie da spiaggia. Durante l’adolescenza la timidezza mi ha portato a stare molto con me stesso, ma la spinta del giocare era molto forte anche allora. Il gioco, inteso anche come volermi sfidare, migliorare, mettermi in gioco e vorace curiosità nell’esplorare, mi ha permesso di crescere e di farne adesso anche una professione. Desiderata e voluta fortemente.

– Che rapporto hai con la creatività?

La creatività fa parte di me da sempre, solo che prima, compresso dentro gabbie di pensieri fuorvianti, non la vedevo. La differenza tra un creativo e un non creativo è che il creativo si riconosce. Mi sento creativo quando sono connesso all’elemento naturale, quando sto in ozio creativo, quando scarabocchio, quando utilizzo immaginazione e fantasia, quando creo soluzioni alternative a un problema.
La creatività conta un sacco nella mia vita, e quel che cerco di portare agli altri attraverso la mia professione è la consapevolezza che tutti siamo creativi se riconosciamo il gioco dentro di noi e lo tiriamo fuori facendo brillare il mondo intorno a noi.

– Prima hai parlato di gabbie di pensieri fuorvianti, spesso parli di “uscire dalla scatola”: perché è importante uscire dalla scatola nella vita di tutti i giorni… e come si fa?
Perché uscire dalla scatola vuol dire crearsi scatole diverse ogni giorno. Se noi aumentiamo il bagaglio di scatole, aumentiamo anche le nostre possibilità. È sempre una questione di immaginazione, e per trovare soluzioni creative dobbiamo avere l’immaginazione di “vedere” queste soluzioni. Unire i puntini e crearsi una strada alternativa. L’immaginazione e la creatività sono i nostri poteri più grandi. E sono profondamente umani.


– Salutiamoci con la tua citazione preferita sulla creatività!
“La creatività è l’intelligenza che si diverte”
A. Einstein

 

Aggiornamento: a questo link trovi la diretta di domenica 28 con altre riflessioni sulla creatività e gli esercizi suggeriti da Stefano per rientrare in contatto con questo strumento. Buona visione!

Rispondi